La Festa

Il 17 Gennaio 2006, in occasione del 1650° Anniversario della Nascita al Cielo di S. Antonio Abate, il neo-costituito Comitato in accordo col parroco della Chiesa Madre, Sac. Luigi Licciardello, ha proposto di rinnovare la festa in onore del Santo Compatrono, dopo circa 60 anni di assenza.

 

Ogni anno, nel giorno della Vigilia della Festa, il 16 gennaio, nel primo pomeriggio ha luogo la traslazione del simulacro dal suo altare al presbiterio, e la S. Messa prefestiva.

Il giorno della Festa, 17 gennaio, è annunciato dallo scampanio festoso e dallo sparo di colpi a cannone allo scoccare del mezzogiorno.
In serata si svolge la Solenne Celebrazione Eucaristica in una Chiesa Madre gremita di fedeli. Alla fine della S. Messa ha luogo la distribuzione dei "cuddureddi", tradizionali ciambelline di pane benedette dal sacerdote. La festa si conclude con lo sparo di fuochi d'artificio in Piazza Umberto.

Ultimo aggiornamento:

22.01.2013